DIZIONARIO  
     
 

                  A

 

Riconoscimento autori e versioni con colori e formato della voce:

 

MORPURGO:  nero, corpo 12, Times New Roman

 

ADDENDA:     blu, corpo 12, Times New Roman

 

AUTORET:     verde, corpo 12, ARIAL già presente nei sopracitati

 

AUTORET:     rosso, corpo 12, ARIAL non presente prima nei sopracitati

 

AUTOREG:     azzurro, corpo 12, Times New Roman,  riconoscibile anche perchè il nome è seguito     .                       da sigle indicanti i volumi e queste, a loro volta, sono seguite dai numeri delle relati-                    .                        ve  pagine (esempio: U1 265 =  Umbria  primo volume pagina 265)

 

AUTOREL:      marrone, corpo 12, Times New Roman,  riconoscibile anche dal particolare formato .                         della voce (sigle e numeri)

 

Nuove voci:  colore? Corpo 16, Times New Roman, grassetto, solo nome? seguito dalla sigla di chi le ha introdotte per primo (esempio **GP**) e che diviene responsabile di quel nome fino alla stampa.

 

VOCI DEFINITIVE: colore? Corpo 14, Times New Roman, corsivo ( grassetto?)

Seguite dalla sigla di chi le ha rese definitive

 

Voci cancellate, sostituite o modificate: vecchio formato, corpo 8  (naturalmente precedute dalle definitive).

 .  Se cancellate seguite dalla sigla del cancellatore.                               

 

 

-------------------------  ESEMPI (DA ELIMINARE)  ------------------------------------------------

 

 

ABANO d’ Pietro (1250-1315). Scrisse un trattato sull’astrolabio dal titolo “Astrolabium planum in tabulis ascendes”, pubblicato postumo a Firenze nel 1502.**AL**

 

ABATI OLIVIERO - Domenico degli - Scrisse intorno al 1650 i trattati "Traxis  horologii astronomici orizontalis" - "Traxis horologii orizontalis italici et modus ducendae Hyperboles" e "Trattato di vari horologli portatili, murali, quadranti ecc.". I manoscritti sono conservati nella Biblioteca Oliveriana di Pesaro.

ABATO ANTONIO (1427-1650) **ZK**

 

ABATTI Bernardin - Era orologiaio di corte al servizio di Enrico II di Francia (1547-1559) (51, 9). **YX**

 

ABATTI Bernardin - Era orologiaio di corte al servizio di Enrico II di Francia (1547-1559) (51, 9).

 

ABATTI Bernardino – Di probabile origine italiana, fu orologiaio di corte al servizio di Enrico II di Francia dal 1547 al 1559.

 

ABATTI Jean, figlio di Bernardin - Abbandonò Parigi (1597) e si stabili a Blols. Dopo un breve soggiorno a La Rochelle (1614) ritornò a Bloís e vi morì nel 1624. Un suo orologio si trova nel Museo di Liverpool. (9)

 

ABATTI Jean (Giovanni) – (? - Blois, 1624), figlio di Bernardino, abbandonò Parigi nel 1597 e si stabilì a Blois. Dopo un breve soggiorno a la Rochelle (1614) ritornò a Blois e lì rima-se sino alla morte. Un suo orologio si trova nel Museo di Liverpool.

 

ABBATI B.

A: 1659

 A: 1659

S : VI/05, Astrolabio

C: IMSS

R: AAVV. 1961-63, p. 211

 

ABBATI Filippo, Bergamo - Attivo nella seconda metà del Settecento. Una sua pendola a gran suoneria, scappamento ad ancora con cassa a maquetterie geometriche si trova in casa dell'antíquario Orsi ad Azzate presso Varese.

 

ABBATI Filippo – Bergamo, attivo nella se-conda metà del Settecento. Si conosce una sua pendola a gran suoneria, scappamento ad ancora con cassa a marchetterie geometriche.

 

ABBIATI GioBatta fabbricante di  orologi  in  Seregno  -  ripara    l'orologio  di   Gaggiano   Pieve   di   Rosate   (Milano)   nel   marzo    del 1780 (Archivio di Stato di Milano) - censo 1776. **XY**

 ABBIATI GioBatta fabbricante di  orologi  in  Seregno  -  ripara    l'orologio  di   Gaggiano   Pieve   di   Rosate   (Milano)   nel   marzo    del 1780 (Archivio di Stato di Milano) - censo 1776.

 

ABBIATI Gio Batta (Giovanni Battista) – Fabbricante di orologi in Seregno. Riparò l’orologio di Gaggiano Pieve di Rosate (Milano) nel marzo del 1780.

 

 

ABETTI Antonio (1846-1928) Laureato in Ingegneria all’Università di Padova, si occupò di astronomia classica. Dopo un perfezionamento all’ Osservatorio di Berlino, fu chiamato alla cattedra di Astronomia dell’ Università di Torino. Dal 1894 al 1923 fu Direttore dell’Osservatorio di Arcetri. Fra le oltre 90 pubblicazioni, si ricorda la “Teoria e pratica della costruzione di un orologio solare in piano verticale” (1876). **AL**

 

ADONE d'Assisi  - Pittore; rimette a nuovo nel 1550 il quadrante dell'orologio pubblico di Perugia. (115). **YX**

 

 

 

 

----------------------------  FINE EMEMPI DA ELIMINARE  -------------------------------------