L A   V O C E   D I   H O R A  
     
  PUBBLICAZIONE DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA CULTORI DI OROLOGERIA ANTICA  
     
  N. 27 - DICEMBRE 2009  

 

  INDICE

Eventi del secondo semestre 2009
I Soci ad Almé

di Antonio Lenner

Richard di Wallingford ed il suo Tractatus Horologii Astronomici
di Marisa Addomine

Lo scappamento a dètente
di Nicola de' Toma

L'anamorfosi del pittore Troili nella Basilica di San Petronio in Bologna
di Giovanni Paltrinieri

Galleria fotografica
a cura di Lodovico Magistretti

"El mestier de l'Arloer l'è un mestier orbo"
La famiglia dei Lacedelli, orologiai in Ampezzo

di Antonio Lenner

I libri dei libri
di Roberto Fanciulli

Dalle case d'asta
a cura di Giorgio Gregato

Notizie dalla Segreteria
a cura di Roberto Fanciulli


In copertina: Dipinto di proprietà della Fondazione della Cassa di Risparmio di Bologna, raffigurante un orologiaio in abiti cinquecenteschi. Nella mano sinistra mostra un orologio ovale da saccoccia con dispositivo a stackfreed per la compensazione della tensione della molla. Nella destra, poggiata sul banco da lavoro, tiene un compasso. Sul banco da lavoro: una morsa ed altri utensili, un libro aperto e, sulla estrema destra, un orologio da tavolo in metallo dorato con pinnaccoli torniti. Alle spalle del personaggio: un tipico orologio cinquecentesco da parete con quadrante circolare, completo di indicazione del calendario lunare. Tale orologio, nella struttura e nelle colonne tornite a capitello dorico, ricorda la scuola dei Barocci. Sul fondo e sopra una mensola: altri utensili ed uno strumento musicale a corde. L'attribuzione ad Agostino Carracci indica il dipinto quale autoritratto nella veste di 'orologiere'.

.

 
 
 
   



HOME LA VOCE DI HORA